Rijksmuseum Amsterdam
 | 

Rijksmuseum Amsterdam: Opere, Biglietti e Guida 2024

Vuoi saperne di più sul Rijksmuseum di Amsterdam?

In questo articolo trovi una guida completa e dettagliata alla visita del museo più importante dei Paesi Bassi.

In particolare scoprirai:

  • Quali sono le opere principali del Rijksmuseum
  • tutte le informazioni importanti per la visita, come gli orari, i prezzi, dove comprare i biglietti e come arrivare
  • informazioni utili per visitare GRATIS il Rijksmuseum

E tante info e curiosità interessanti.

Sei pronta/o? Iniziamo!

Prima di iniziare...

LINK UTILI PER IL TUO VIAGGIO AD AMSTERDAM

  • I Amsterdam City Card: il pass turistico per accedere GRATIS alla quasi totalità delle ATTRAZIONI di Amsterdam e per usare in maniera illimitati i TRASPORTI (con un risparmio del 40-60% sul totale)
  • GVB City Pass: il pass che ti permette di utilizzare GRATIS I TRASPORTI

Biglietti per le attrazioni più popolari

Migliori visite guidate ed escursioni di 1 giorno

Dove alloggiare ad Amsterdam

Rijksmuseum Amsterdam: Storia, orari e come arrivare

Rijksmuseum amsterdam storia e come arrivare

Il Rijksmuseum è il museo più ricco e importante dei Paesi Bassi. Ed è considerato uno dei 10 musei di maggiore importanza a livello internazionale.

Come opere ospita oltre 8000 pezzi tra quadri, sculture, ceramiche, gioielli, stampe, fotografie e mobilio distribuiti in oltre 80 sale espositive.

Ma il punto forte del museo è la sua collezione di arte olandese, che è la maggiore a livello internazionale. Ospita infatti i capolavori dei grandi pittori olandesi del Secolo d’Oro come Rembrandt, Vermeer e Jan Asselyn.

Come raggiungere il Rijksmuseum?

A livello di posizione il museo si trova a Museumplein, una importante piazza del Quartiere dei Musei di Amsterdam.

Per raggiungere il Rijksmuseum con i mezzi pubblici ti basta prendere i tram 2, 3, 5 o 12 oppure i bus 347, 357 o 397 e scendere alla fermata “Museumplein”.

Rijksmuseum Amsterdam: prezzi e biglietti e orari

Rijksmuseum Amsterdam prezzi, orari e biglietti

Quanto costano i biglietti per il Rijksmuseum:

I biglietti per il Rijksmuseum costano 23,50€ per gli adulti e sono gratuiti per i minori di 18 anni. L’acquisto è disponibile anche online presso questo sito.

Orari del Rijksmuseum:

Il Rijksmuseum è aperto tutti i giorni dalle 9:00 alle 17:00.

Rijksmuseum e I Amsterdam City Card

Non sai cos’è la I Amsterdam City Card?

Si tratta del pass turistico ufficiale della capitale olandese, e ti permette di accedere GRATIS nella stragrande maggioranza delle attrazioni. Tra queste è inclusa anche la visita al Rijksmuseum.

Quindi anziché pagare 23,50€ avresti accesso gratuito al museo più importante della città.

Oltre ad accedere a decine di attrazioni la Amsterdam City Card ti permette di:

  • utilizzare gratuitamente i mezzi di trasporto della città (in maniera illimitata)
  • fare gratuitamente una crociera sui canali di Amsterdam
  • ricevere importanti sconti presso negozi, ristoranti ed eventi

Il risparmio medio è del 40-60% (calcolando il costo della card, rispetto all’acquisto dei biglietti singoli). E come regola generale, più visite fai, maggiore è il risparmio che ottieni.

Dove comprare la Amsterdam City Card? La trovi su questo sito.

Importante: ci tengo a ribadire che il pass conviene solo se hai intenzione di soggiornare ad Amsterdam per almeno 2 giorni (quello di 1 giorno non conviene) e se hai intenzione di visitare almeno 5 attrazioni. Come ti dicevo più attrazioni visiti più è grande il risparmio.

Cosa vedere nel Rijksmuseum di Amsterdam: opere principali

Rijksmuseum opere

Come avrai capito il Rijksmuseum è molto grande. Per questo ho deciso di scrivere questa sezione in cui ti spiego quali sono i piani da visitare, le aree più interessanti, e le opere principali.

Consiglio: ovviamente non dimenticarti di scattare una foto davanti alla scritta I Amsterdam situata proprio davanti al Rijksmuseum

Scritta I Amsterdam

Itinerari che includono il Rijksmuseum

Prima di iniziare eccoti una serie di itinerari che puoi usare come ispirazione per creare il tuo, e che includono la visita al Rijksmuseum:

Il primo piano del Rijksmuseum di Amsterdam

Il primo piano ospita l’importante Biblioteca Cuyper (di cui parlerò tra poco), le opere riguardanti l’impressionismo e quelle del periodo romantico.

Tra le opere più importanti situate in questo piano abbiamo:

  • “La Battaglia di Waterloo” di Jan Willem Pieneman
  • L’interessantissima sezione dedicata a Francisco Goya, dove potrai ammirare i suoi dipinti i cui soggetti principali sono paesaggi teatrali, burrasche che in qualche modo riflettono gli sconvolgimenti del periodo storico in questione.
  • Un’altra sezione super interessante è quella dedicata all’artista Breitner autore di capolavori come “La ragazza in kimono bianco”.
  • Infine ti consiglio di non perdere la sezione dedicata all’illuminismo. Dove troverai diverse opere dedicate alla storia coloniale dei Paesi Bassi.

Il secondo piano del Rijksmuseum

Il secondo piano è il più importante, ospita la Galleria degli Onori. Un’area che espone le i capolavori del museo. In questo piano trovi le opere principali di Rembrandt come “La ronda di notte”, le sue opere giovanili come gli autoritratti e i quadri sperimentali.

Oltre a Rembrandt troviamo opere di Hendrick Avercamp con i suoi spettacolari paesaggi, e alcuni enormi arazzi del XX secolo.

I quadri più famosi

“La Ronda di notte” di Rembrandt

La ronda di notte

Iniziamo l’opera più importante del museo e probabilmente di tutta la storia dell’arte olandese.

La Ronda di notte è un capolavoro olio su tela dell’artista Rembrandt van Rijn. L’opera raffigura delle guardie in formazione mentre si preparano a pattugliare le strade della città durante la notte. 

In primo piano vediamo una ragazza che secondo alcuni storici è la rappresentazione della moglie defunta dell’artista.

Si tratta della sua opera più importante in quanto segna una svolta nella sua carriera, e influenzerà nel corso della storia molti artisti successivi.

La Lattaia di Vermeer

Un altro “masterpiece” di un artista del Secolo d’Oro è il quadro “La lattaia” di Jan Vermeer. L’opera, realizzata tra il 1658 e il 1660 rappresenta una giovane lattaia che versa del latte da una brocca a una ciotola. 

Una delle sue caratteristiche più incredibili è lo splendido gioco di luci e ombre e i dettagli dei capelli del soggetto che rendono il quadro talmente realistico da sembrare una fotografia.

Il cigno minacciato di Jan Asselyn

Un altro capolavoro assoluto è il quadro olio su tela “Il cigno minacciato” di Jan Asselyn del 1650.

Nel quadro si può osservare un cigno che si alza con ferocia a causa di una minaccia immediata e incombente.

Il quadro è caratterizzato da una grande energia, data dal movimento intimidatorio ma allo stesso tempo regale del cigno. A dare ancora più la sensazione di “dinamica e movimento” vi è l’effetto prospettiva “inclinata” utilizzata da Jan, che per l’epoca era una grande innovazione.

L’opera di Asselyn ha una grande importanza storica per i Paesi Bassi per via del suo significato. Il cigno infatti è un’allegoria riguardo il periodo storico in cui viveva l’artista e in particolare a “l’anno disastroso” che diede inizio alla Terza guerra anglo-olandese.

Ragazza in kimono bianco di George Hendrik Breitner 

Infine uno dei miei quadri preferiti! “Ragazza in un kimono bianco” di George Hendrik Breitner del 1894.

L’artista in questione, particolarmente appassionato delle stampe giapponesi in legno, in questo quadro rappresenta una delle sue modelle preferite, la sarta giapponese Geesje Kwak, dipingendola in almeno dodici posizioni diverse.

Il quadro in questione è caratterizzato da un uso sapiente di colori vivaci e saturi e grazie all’uso della prospettiva aerea crea una forte sensazione di profondità.

L’artista fu uno dei più importanti rappresentanti dell’impressionismo olandese. Tra l’altro fu grande amico di Vincent van Gogh.

La biblioteca del Rijksmuseum

biblioteca del Rijksmuseum di Amsterdam

Un’altra area interessante da visitare è la Biblioteca Cuyper del Rijksmuseum, che è la più grande biblioteca di storia dell’arte dei Paesi Bassi.

L’istituzione nata nel 1885 conserva una vasta collezione di libri, riviste storiche, e cataloghi incentrati sulla storia dell’arte olandese. In particolare conserva materiale riguardante il periodo che va dal Medioevo fino ai giorni nostri.

Possiede persino una grande sezione dedicata all’arte asiatica con particolare attenzione sull’arte giapponese.

Le ceramiche di Delft

Il Rijksmuseum possiede un’importante collezione di ceramiche di Delft del 17° secolo. Delft, situata nei dintorni di Amsterdam sin dal XVI secolo per le sue pregiate ceramiche. Ai tempi gli olandesi avevano iniziato a commerciare con la Cina ed è grazie al paese asiatico che venne introdotta questa forma d’arte.

Le esposizioni temporanee

Non dimenticarti di visitare anche le esposizioni temporanee del Rijksmuseum. Queste riguardano spesso artisti olandesi (sia del passato che del presente), importanti artisti internazionali o collaborazioni con altri musei del mondo.

Ad esempio in questo momento puoi trovare una fantastica esposizione dedicata al pittore Caravaggio e allo scultore Bernini e in generale all’arte barocca a Roma.

Le case delle bambole

Cos’altro puoi trovare di particolare nel Rijksmuseum?

3 spettacolari case delle bambole risalenti addirittura al 1600 e create da Petronella Oortman. Una di queste ha ispirato il romanzo di Jessie Burton “The Miniaturist”.

Il ristorante stellato RIJKS

Infine non posso non menzionare il ristorante stellato RIJKS situato all’interno del museo. Il ristorante aperto nel 2014 è gestito dal celebre chef Joris Bijdendijk’s che nel RIJKS ha creato un menù che unisce tradizioni, passato e presente della cultura culinaria olandese. Prezzi? 90€ per un pranzo di 6 portate.

Consigli rapidi per pianificare il tuo viaggio ad Amsterdam

Prima di lasciarti, ecco alcuni consigli che reputo fondamentali, per pianificare al meglio il tuo viaggio ad Amsterdam:

Quali sono le migliori zone per soggiornare ad Amsterdam?

La scelta dipende dalle tue esigenze e dal tuo budget.

  • Se è la prima volta ad Amsterdam– ti consiglio il centro oppure i quartieri intorno ad esso, che sono il Jordaan, Amsterdam Noord e il Quartieri dei Musei (Qui trovi alloggi in questa zona).
  • Se ti interessa la vita notturna – ti consiglio la zona intorno a Leidseplein oppure De Pijp (Trova alloggi in questa zona).
  • Se vuoi risparmiare – diciamo che Amsterdam è cara ovunque. L’unico modo che hai per risparmiare è prendere un ostello (Qui trovi i migliori della città)

I migliori consigli per risparmiare?

  • Trasporti: i mezzi di trasporto ad Amsterdam sono tutto fuorché economici. Per risparmiare se alloggi fuori dal centro, ti consiglio assolutamente la Amsterdam Travel Card della GVB. Ti permette di muoverti in maniera illimitata su tutti i mezzi. (Qui trovi la card per i trasporti).
  • Cibo: evita di mangiare fuori 2-3 volte al giorno, il mio consiglio è quello di limitare i pasti in ristoranti a una volta al giorno. Cosa fare? Fai la spesa nei supermercati, e portati il pranzo a sacco.
  • Musei: se hai intenzione di visitare pochi musei/attrazioni allora puoi tranquillamente comprare i biglietti singoli. In caso contrario, se vuoi visitare almeno 5-6 attrazioni, ti consiglio assolutamente la Amsterdam City Card. Ti permette di visitare GRATIS la stragrande maggioranza delle attrazioni e include trasporti illimitati sui mezzi pubblici (Qui trovi il pass per musei, attrazioni e trasporti).

Cosa portare assolutamente in un viaggio ad Amsterdam?

Oltre a un vestiario adeguato (specialmente se visiti la città in autunno/inverno) queste sono le cose da portare assolutamente:

  • Ombrello: ad Amsterdam piove spesso. MOLTO spesso. Per questo motivo, qualsiasi sia il periodo dell’anno in cui visiti la città, devi portare con te un ombrello. Preferibilmente uno pieghevole e poco ingombrante come questo.
  • Borraccia: ad Amsterdam l’acqua te la fanno pagare a peso d’oro. Per darti una idea in un ristorante una bottiglia costa da 5€ a 8€. Quindi è essenziale portare una borraccia (tipo questa). L’acqua del rubinetto è ottima e in giro per la città trovi tante fontanelle.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *