cosa vedere ad Amsterdam in 3 giorni

Cosa Vedere ad Amsterdam in 3 Giorni: Itinerario Perfetto

Vuoi scoprire cosa vedere ad Amsterdam in 3 giorni?

Sei nel posto giusto perché in questo articolo trovi un itinerario completo e suddiviso per giorni, che ti permetterà di pianificare una visita perfetta nella capitale dei Paesi Bassi.

Ci tengo a sottolineare che ho scritto questa guida dopo aver visitato la città tantissime volte (per via del mio lavoro) nel corso degli anni.

Ecco cosa scoprirai leggendo questa guida dettagliata:

  • Consigli su dove alloggiare ad Amsterdam per 3 giorni
  • Un itinerario dettagliato e suddiviso per giorni e quartieri
  • Per ogni attrazioni troverai consigli su cosa vedere e dettagli su biglietti, orari e ubicazione
  • Tante curiosità sulla città e sulle attrazioni principali

Sei pronta/o? Buona lettura e buon viaggio!

Prima di iniziare...

LINK UTILI PER IL TUO VIAGGIO AD AMSTERDAM

  • I Amsterdam City Card: il pass turistico per accedere GRATIS alla quasi totalità delle ATTRAZIONI di Amsterdam e per usare in maniera illimitati i TRASPORTI (con un risparmio del 40-60% sul totale)
  • GVB City Pass: il pass che ti permette di utilizzare GRATIS I TRASPORTI

Biglietti per le attrazioni più popolari

Migliori visite guidate ed escursioni di 1 giorno

Dove alloggiare ad Amsterdam

Dove alloggiare ad Amsterdam per 3 giorni

dove alloggiare ad amsterdam per 3 giorni

In questa prima sezione ti spiego quali sono i quartieri migliori in cui alloggiare ad Amsterdam per 3 giorni.

Ma prima una breve parentesi riguardo i prezzi.

Amsterdam purtroppo è una delle capitali europee più costose a livello di alloggi.

Se vuoi risparmiare l’unico modo è quello di visitare la città durante i mesi più freddi e prenotare l’hotel con almeno 2-3 mesi di anticipo.

In genere i quartieri più cari sono quelli centrali (Centro medievale, Red Light District, Jordaan) ovviamente più ci si allontana dal centro, più bassi sono i prezzi.

Fatta questa parentesi, quali sono le zone migliori in cui alloggiare?

Visto che visiti la città per appena 3 giorni il mio consiglio è quello di non allontanarti dal centro.

Per cui le zone che ti consiglio sono:

  • Centro medievale e Red Light District: si tratta della zona più antica della città, ospita moltissime attrazioni ed è ben connessa con il resto di Amsterdam. Trova hotel in questa zona.
  • Quartiere dei musei o Leidseplein: si tratta di due zone adiacenti, il Quartiere dei Musei è famoso per ospitare i musei più importanti della città, mentre Leidseplein per la vita notturna. Trova hotel in questa zona.
  • Jordaan: è uno dei quartieri più suggestivi della città, caratterizzato da casette tipiche olandesi, completamente circondate dai canali. Il quartiere è famoso per ospitare la Casa di Anne Frank. Trova hotel in questa zona.

Come risparmiare tantissimo ad Amsterdam in 3 giorni

come risparmiare se sei ad Amsterdam in 3 giorni

Se stai pianificando di visitare Amsterdam in 3 giorni e questa è la tua prima volta in città, devi sapere che non è per nulla economica.

Le voci che peseranno maggiormente sul tuo budget sono come abbiamo visto il soggiorno e subito dopo l’accesso alle varie attrazioni della città.

Per il soggiorno i prezzi dipendono dalla zona che scegli, dal periodo dell’anno, e dal momento in cui prenoti l’hotel (prima lo fai, meno paghi).

In un viaggio di 3 giorni ad Amsterdam, come puoi invece risparmiare sulle attrazioni?

Il modo migliore per farlo è quello di acquistare la I Amsterdam City Card.

Cos’è?

Si tratta di un pass turistico che ti permette di:

  • usare GRATIS tutta la rete dei trasporti pubblici della città
  • entrare GRATIS in decine di attrazioni, tra queste ad esempio il Rijksmuseum, il Moco Museum, la Casa di Rembrandt e tanti altri.
  • fare una crociera sui canali GRATIS.
  • ricevere sconti in diversi ristoranti e negozi.

Conviene veramente?

In un articolo riguardo la Amsterdam Card, ho fatto un calcolo di quanto effettivamente si risparmia. Ed ho calcolato che in una visita di 4 giorni, il risparmio equivale al 40% sul totale. Ma in realtà si può arrivare fino al 60% se si visitano tante attrazioni.

Nel mio caso senza la card la spesa era di 226€, con la card invece solo 130€ (115€ il costo della card per 4 giorni e 15€ l’accesso scontato all’Heineken Experience), in pratica un risparmio di 96€.

Dove comprarla?

Puoi acquistarla comodamente online in qualsiasi momento e attivarla al tuo arrivo ad Amsterdam.

Cosa vedere ad Amsterdam in 3 giorni: Itinerario giorno per giorno (con mappa)

Giorno 1: Centro Medievale e Red Light District

le 9 strade di Amsterdam

le 9 strade di Amsterdam

Iniziamo il nostro itinerario di 3 giorni ad Amsterdam con una passeggiata in uno degli angoli più suggestivi della città. De Negen Straatjes che tradotto significa le 9 strade.

Si tratta infatti di un incrocio tra alcune stradine del centro e i canali Singel, Keizersgracht, Herengracht e Prinsengracht.

La zona in questione è famosa per i suoi scorci pittoreschi e per essere una interessante zona commerciale, ricca di negozietti vintage, gallerie e bar dove gustarti un caffè con vista sui suggestivi canali della città.

Il luogo ideale per iniziare scattando bellissime foto ricordo.

Bloemenmarkt

Bloemenmarkt, da vedere ad Amsterdam in 3 giorni

Cosa vedere ad Amsterdam in 3 giorni?

Proseguendo il nostro itinerario verso il centro medievale della città, ti imbatterai in un mercato unico al mondo. Il Bloemenmarkt è l’unico mercato dei fiori galleggiante al mondo ! Infatti tutti gli stand e i negozietti si reggono su delle chiatte galleggianti messe in fila una dietro l’altra.

Se hai la fortuna di visitare la città durante il periodo della fioritura, assisterai ad uno spettacolo incredibile, migliaia e migliaia di fiori coloratissimi esposti. Lo sfondo ideale per scattare foto bellissime e originali.

Oltre a questo, puoi acquistare bulbi o semi da portare a casa a prezzi molto competitivi.

Begijnhof

Begijnhof, in un itinerario di 3 giorni ad Amsterdam

Continuando il nostro itinerario per visitare Amsterdam in 3 giorni, una volta finito con il Bloemenmarkt, ti consiglio di proseguire per circa 450 metri (segui la mappa) fino a raggiungere il Begijnhof.

Si tratta di un antichissimo cortile chiuso, risalente addirittura al 1300 che fino agli anni ‘70 ospitava le beghine, donne nubili che dedicavano la propria vita al servizio dei bisognosi e alla preghiera.

Il cortile oltre ad essere bellissimo è una vera e propria oasi di pace. Al centro troviamo una chiesa circondata da diverse casette molto graziose. Una di queste è la Het Houten Huis, la casa più antica di Amsterdam (risale al 1420).

Per accedere al cortile delle beghine dovrai recarti in una stradina laterale con un cancello, che è l’unico modo per entrare.

Amsterdam Dungeon

La prossima tappa di questo itinerario di 3 giorni ad Amsterdam ci porta al Dungeon, un museo interattivo situato ad appena 2 minuti a piedi dal Cortile delle Beghine.

Di cosa si tratta?

Di uno dei musei più interessanti e divertenti della città. Nasce inizialmente come museo delle storie macabre, fino a diventare con il tempo un museo interattivo che racconto 500 anni di storia, attraverso gli avvenimenti più cupi e macabri che la città ha conosciuto.

Lo spettacolo è interattivo perché tutte le storie prendono vita grazie a sceneggiature e attori che interpretano i vari personaggi e le vicende che caratterizzano ciascuna storia.

In totale troviamo 11 scene immersive per un totale di 80 minuti di spettacolo. Durante il percorso ti ritroverai in diverse ambientazioni, tra cui i tribunali della caccia alle streghe, la storia dell’olandese volante, navi, laboratori di maghi e tanto altro.

Insomma si tratta di una esperienza davvero coinvolgente, complice il fatto che vengono stimolati tutti i sensi, in primis con una ambientazione buia e cupa, e poi grazie a suoni e odori.

Consigliatissimo specialmente per le coppie e per i gruppi di amici (ma va bene anche per le famiglie per bambini). Unica cosa da tenere a mente, è che lo spettacolo è interamente in inglese.

  • Biglietti: l’ingresso costa 23,50€ a persona ed è acquistabile online su questo sito.
  • Orari: tutti i giorni dalle 11:00 alle 17:00.
  • Ubicazione: Rokin 78, 1012 KW Amsterdam.

Dam

Piazza Dam, in un itinerario di 3 giorni ad Amsterdam

Cosa vedere ad Amsterdam in 3 giorni? Il nostro itinerario prosegue alla scoperta del centro medievale con la visita della piazza più importante della città.

Piazza Dam è antichissima, la sua prima costruzione risale al XIII secolo, periodo in cui fungeva da diga, importantissima per contrastare le inondazioni, che in quel periodo erano molto frequenti.

Piazza Dam è circondata da stupendi edifici barocchi, di cui il più importante è sicuramente il Koninklijk Paleis (il palazzo reale).

Cosa altro vedere nel Dam?

  • Il Monumento Nazionale: un obelisco di 22 metri che commemora le vittime della Seconda Guerra Mondiale.
  • De Bijenkorf: una importante catena di magazzini del lusso (tipo Galeries Lafayette di Parigi).
  • Il Museo delle Cere: il primo museo di Madame Tussauds ad aprire i battenti nell’Europa continentale. Se non sei mai stato in un museo delle cere te lo consiglio vivamente. Qui trovi i biglietti

Oude Kerk

Oude Kerk, Amsterdam

Il nostro itinerario per visitare Amsterdam in 3 giorni prosegue alla scoperta della chiesa più antica della città, la Oude Kerk, il cui signiciato è proprio quello di “chiesa vecchia”.

Il tempio religioso si trova tra il centro medievale e il Red Light District, a livello architettonico si tratta di un’opera notevole, costruita prima in stile romanico e poi ristrutturata in stile gotico.

Si può accedere anche all’interno ma sinceramente la chiesa è molto spoglia, e a parte un bellissimo organo e salire sulla torre non c’è molto altro da vedere (vengono organizzate periodicamente delle mostre di arte contemporanea).

Consiglio la visita interna solo se possiedi la I Amsterdam City Card (con cui hai l’accesso gratuito).

Quartiere a Luci Rosse di Amsterdam

Red Light District, tra le cose da vedere ad Amsterdam in 3 giorni

Cosa fare ad Amsterdam in 3 giorni?

A questo punto dovrebbe essere quasi sera, la prima serata di questo itinerario di 3 giorni ad Amsterdam ti consiglio di passarla nel celebre Red Light District.

Si tratta di una delle zone più antiche della città, conosciuta anche come De Wallen, venne costruita inizialmente intorno al 1500, periodo in cui si decise di creare una zona per l’intrattenimento dei tantissimi commercianti e marinai che visitavano la città per lavoro.

Da allora fino ad oggi il quartiere ha mantenuto la sua fama di zona di intrattenimento per adulti.

Oggi infatti, il quartiere è famoso per le sue tantissime vetrine illuminate di rosso, in cui le prostitute si esibiscono e si mostrano ai potenziali clienti.

Oltre alle vetrine il quartiere è ricco di locali, coffeeshops, sex shops e teatri in cui assistere ad uno spettacolo (ovviamente piccante).

Cosa fare nel quartiere? Sono due le attività che ti consiglio vivamente, le vedremo tra pochissimo ma prima alcuni consigli importanti da tenere a mente:

  • è vietato fumare cannabis per le strade del quartiere a Luci Rosse, mi raccomando!
  • è vietato bere per strada, rischi una multa di 95€.
  • è severamente vietato fotografare, fare video o prendere in giro le ragazze nelle vetrine, mi raccomando!

The Bulldog The First

La prima attività imperdibile da fare nel Red Light District, è ovviamente visitare un coffeeshop. Quello che ti consiglio più che altro per la sua storia è il Bulldog The First, come suggerisce il nome si tratta del più antico coffeeshop di Amsterdam.

La sua apertura infatti risale al lontano 1975. Si tratta sicuramente di un locale molto turistico, ma vale la pena visitarlo per il suo significato storico. Gli interni sono comunque molto belli e caratteristici, e l’ambientazione è generale molto rilassante. La visita è consigliata anche a chi non fuma cannabis. Puoi tranquillamente sorseggiare un caffè e fare qualche foto.

  • Orari: tutti i giorni dalle 8:00 alle 01:00.
  • Ubicazione: Oudezijds Voorburgwal 90. Posizione su Maps

Red Light Secrets

La seconda visita che ti consiglio nel Quartiere a Luci Rosse di Amsterdam è il Red Light Secrets Museum, un museo interamente dedicato alla prostituzione e alle famose vetrine che caratterizzano la zona.

Una curiosità sul museo è che la proprietaria ha lavorato per molti anni come sex worker nel quartiere. E all’interno scoprirai tantissime curiosità sulla sua storia e sulla professione. Ad esempio potrai capire perché una prostituta fa questo lavoro, come ci si sente e tanto altro.

Tra le diverse attività offerte dal museo potrai inoltre accedere per qualche minuto a una delle vetrine del Red Light District, e sperimentare “come ci si sente” ad essere osservati dalle centinaia di persone che passeggiano lungo i viali del quartiere.

Insomma una visita divertente e interessante.

  • Biglietti: l’ingresso costa 14,50€ a persona ed è acquistabile online su questo sito.
  • Orari: tutti i giorni dalle 11:00 alle 22.00, tranne il venerdì e il sabato in cui la chiusura è alle 23:00.
  • Ubicazione: Oudezijds Achterburgwal 60h, 1012 DP Amsterdam, Paesi Bassi

Se vuoi saperne di più su questa zona puoi leggere la mia guida completa: Cosa vedere nel quartiere a Luci Rosse di Amsterdam

Giorno 2: Quartiere dei Musei e Leidseplein

Rijksmuseum

Rijksmuseum, Amsterdam

Pronta/o per questo entusiasmante secondo giorno ad Amsterdam?

Per iniziare l’itinerario ti consiglio di recarti in Museumplein, la piazza del Quartiere dei Musei, famosa per ospitare alcuni dei musei più importanti al mondo.

La prima tappa è il Rijksmuseum, il museo più importante dei Paesi Bassi (nella Top 10 mondiale).

Cosa ospita? Opere di grandi artisti olandesi che hanno fatto la storia dei Paesi Bassi. Ripercorre un periodo che parte dal 1100 fino ad arrivare al 1950.

Tra gli artisti che potrai ammirare abbiamo l’immancabile Rembrandt (la cui opera più importante è ospitata proprio qui, ed è “La ronda di notte”) Van Gogh e tanti altri.

Il museo è molto grande, include ben 80 sale espositive e oltre 8000 opere. Per questo durante la visita ti consiglio di seguire uno degli itinerari proposti.

  • Biglietti: l’ingresso al Rijksmuseum costa 23,50€ per i maggiorenni (gratis per i minori di 18 anni) e il biglietto è acquistabile online su questo sito.
  • Orario: tutti i giorni dalle 9:00 alle 17:00.
  • Dove si trova: Museumstraat 1.

Visita guidata in italiano del Rijksmuseum

Vuoi visitare il museo più importante dei Paesi Bassi facendoti aiutare da una guida esperta?

Se è così ti consiglio questo tour in italiano che include anche il biglietto per accedere al museo. Il tour in totale dura circa 2 ore e ti porterà alla scoperta di storia, fatti e curiosità sulle opere più importante del Rijksmuseum.

La visita guidata va prenotata online su questo questo sito.

Vondelpark

Vondelpark

Dopo il Rijksmuseum, proseguiamo questo itinerario per visitare Amsterdam in 3 giorni verso il polmone verde della città: il Vondelpark. Si tratta di un enorme parco cittadino che si estende per ben 48 ettari.

Il parco risale al 1865 e si tratta di uno dei parchi più belli dei paesi bassi. All’interno, oltre ad essere curatissimo, ospita una propria fauna, con laghetti, cigni, anatre, scoiattoli e tanto altro.

Se visiti Amsterdam in famiglia, si tratta di uno dei luoghi più adatti per i bambini. Il parco infatti offre diverse attività ai più piccini, tra questi abbiamo i soliti giochi come altalene, tunnel, oltre agli animali, tantissimi giardini tematici, fontane e molto altro.

Insomma si tratta del luogo ideale in cui rilassarsi per 1 o 2 ore prima di proseguire verso la nostra prossima tappa.

Van Gogh Museum

Van Gogh Museum

Per raggiungere la prossima tappa torna indietro verso il Rijksmuseum, proprio di fronte troverai uno dei musei più visitati della città. Il Van Gogh Museum, la più importante istituzione al mondo, completamente dedicata alle opere di Vincent Van Gogh.

All’interno dei 3 piani che costituiscono il museo, potrai ammirare circa 200 dipinti firmati dal genio olandese del post-impressionismo. Oltre alle sue opere il museo ospita centinaia di lettere e disegni a lui appartenuti.

Inoltre il Van Gogh Museum ospita importanti opere di artisti impressionisti e post impressionisti, che hanno in qualche modo ispirato il lavoro di Vincent.

Consiglio: mi raccomando, non dimenticarti di prendere l’audioguida (in italiano) sarà utilissima per conoscere il dietro le quinte delle opere, e molti dettagli interessanti sulla vita di Van Gogh.

  • Biglietti: il biglietto costa 22€ e può essere acquistato online presso questo rivenditore ufficiale. Consiglio vivamente l’acquisto con un pò di anticipo, perché il museo è molto visitato e a volte bisogna aspettare anche 1 o più settimane per trovare posto. Se possiedi la I Amsterdam City Card, l’accesso è gratuito (anche questa da acquistare prima, qui trovi maggiori info)
  • Orario: tutti i giorni dalle 09:00 alle 18:00.
  • Ubicazione: Museumplein 6.

House of Bols

House of Bols da vedere ad Amsterdam in 3 giorni

Il nostro itinerario di 3 giorni ad Amsterdam procede con una visita leggera ma allo stesso tempo molto interessante.

House of Bols è il museo interattivo dedicato al distillato olandese per eccellenza. Il Genever (una specie di gin).

La visita comprende un tour guidato in cui conoscerai la storia del marchio Bols una delle prime distillerie dei Paesi Bassi, la storia del Genever, i metodi di produzione e tanto altro.

Alla fine del tour (che include diverse sale tematiche) potrai assaggiare un cocktail a base di Genever fatto sul momento dai barman ufficiali della House of Bols (c’è persino un ragazzo italiano, Mauro che è bravissimo!).

  • Biglietti: Il biglietto per la House of Bols costa 17.50€. Qui trovi il biglietto online.
  • Orari: dal martedì alla domenica dalle 12:00 alle 17:00. Chiuso il lunedì.
  • Dove si trova: Paulus Potterstraat 12 14 16. Posizione su Maps

Serata a Leidseplein

Serata a Leidseplein

Cosa fare ad Amsterdam in 3 giorni?

Per concludere la serata con un assaggio della vita notturna locale, ti consiglio di dirigerti verso Leidseplein, il quartiere della night life di Amsterdam.

La zona si trova a pochi passi da Museumplein ed è facilmente raggiungibile a piedi.

Qui troverai decine e decine di locali in cui passare la serata. Il migliore (per me) è il Melkweg. Un enorme spazio sala concerti / discoteca, in cui ogni settimana vengono organizzati eventi tematici.

La musica spazia dalla techno (se hai la fortuna di esserci il martedì organizzano il techno tuesday!) al rock fino ad arrivare ai ritmo hip hop. Per maggior informazioni visita la loro pagina Facebook oppure il sito ufficiale.

Giorno 3: Jordaan e De Pijp

Casa di Anne Frank

Casa di Anne Frank, itinerario di 3 giorni ad Amsterdam

La prima tappa di oggi è la Casa di Anne Frank, l’abitazione dove la giovane ragazza di origini ebree si nascose tra il 1942 e il 1944. Periodo in cui i nazisti occupano i Paesi Bassi.

Anne è famosa innanzitutto per il suo diario, opera in cui la giovane scrisse riguardo la sua vita in quei due anni. Nel 1944 purtroppo il nascondiglio della famiglia Frank venne scovato e tutti i membri furono deportati (padre, madre, Anne e la sorella).

Purtroppo l’unico a fare ritorno fu Otto Frank, che una volta finita la guerra decise di pubblicare il diario della figlia.

Il resto è storia, il Diario di Anne Frank è uno dei libri più letti al mondo, molto probabilmente buona parte di chi sta leggendo queste righe lo ha letto o ne ha sentito parlare.

Bene, ad Amsterdam avrai la possibilità di visitare il nascondiglio della famiglia Frank.

Tutti gli spazi sono rimasti quasi inalterati. All’interno potrai vedere il nascondiglio, le stanze in cui vissero Anne e la sua famiglia, diversi oggetti a lei appartenuti, alcuni frammenti tratti dalla copia originale del diario e tanto altro.

La visita è molto toccante, ma a mio avviso imprescindibile durante un viaggio ad Amsterdam.

Ecco i dettagli per la visita:

  • Biglietti: l’ingresso costa 16€ per gli adulti, 7€ per i ragazzi dai 10 ai 17 anni e 1€ per i bambini da 0 a 9 anni.
  • Orari: tutti i giorni dalle 9:00 alle 22:00.
  • Dove si trova: Westermarkt 20. Posizione su Maps

Tour guidato a piedi a tema Anna Frank (in italiano)

Vuoi approfondire la storia di Anna Frank?

Ti propongo questo un tour guidato a piedi che ti darà l’opportunità di scoprire la storia di Anna Frank e di Amsterdam durante la Seconda Guerra Mondiale.

Durante il tour, esplorerai il quartiere ebraico visitando la Sinagoga Portoghese, il Museo Storico Ebraico e il Monumento ad Auschwitz.

Inoltre, scoprirai numerosi dettagli poco noti sulla vita di Anna Frank, della sua famiglia e della Resistenza Olandese durante l’invasione tedesca.

Puoi prenotare il tour in lingua italiana su questo sito web.

Westerkerk

Westerkerk

A pochi passi dalla Casa di Anne Frank, noterai la presenza di un enorme campanile, si tratta della Westerkerk, che letteralmente vuol dire chiesa dell’ovest, una delle chiese protestanti più imponenti della città.

A livello architettonico, noterai subito che è in perfetta simbiosi con l’architettura locale, da fuori è molto bella, ma all’interno (come la maggior parte delle chiese protestanti) non c’è molto da vedere.

Consiglio: prova a salire sulla torre campanaria alta ben 85 metri. Dall’altro potrai ammirare uno dei panorami più suggestivi della città.

  • Costo: gratuito.
  • Orari: dal lunedì al sabato dalle 11:00 alle 15:00. Chiusa la domenica.
  • Dove si trova: Prinsengracht 279. Posizione su Maps

Houseboat Museum

Cosa vedere ad Amsterdam in 3 giorni?

Un’altra visita imperdibile è sicuramente il museo dedicato alle case galleggianti di Amsterdam. Si trova sempre nel quartiere Jordaan, a pochi passi dalla Casa di Anne Frank.

L’Houseboat Museum è l’unico museo al mondo dedicato a questa strana pratica. Quale? Quella di vivere in case galleggianti situati nei canali della città.

Il museo stesso è ovviamente ubicato all’interno di una di queste abitazioni galleggianti. Un antica imbarcazione risalente al 1914.

All’interno potrai conoscere la storia e le origini di questa pratica, vedere esattamente come si vive in una houseboat, tutti i diversi spazi abitativi e tanto altro. La visita non dura molto ed è economica.

Crociera economica sui canali di Amsterdam

A proposito di canali, una delle esperienze da fare assolutamente quando visiti Amsterdam è prendere parte a una crociera in barca, lungo i canali che per secoli hanno rappresentato il fulcro della vita, e dell’economia di questa meravigliosa capitale europea.

Non c’è bisogno di spendere una fortuna per un tour in barca. Questa qui che ti consiglio costa appena 16€ e include una pratica audioguida in italiano.

👉 Puoi prenotarla online su questo sito.

Bruin Café

Cosa fare ad Amsterdam in 3 giorni?

In questo terzo giorno ti propongo di visitare un Bruin Café (o Brown Café), si tratta di un pub tradizionale olandese, caratterizzato da un colore marrone scuro degli interni, cosa dovuta al fumo, che per decenni ha riempito gli spazi di questi pub.

Oggi ovviamente non è più possibile fumare all’interno, tuttavia questa caratteristica è rimasta e li distingue da qualsiasi altro locale.

Nel quartiere Jordaan, è ubicato uno dei miei Bruin Cafè preferiti, Cafè Chris, un locale in attività indovina un po’ da quanto? dal 1624! Ben 400 anni di storia.

All’interno del locale potrai bere dell’ottima birra, del genever oppure mangiare piatti tipici della cucina olandese.

Albert Cuyp Market

Visita Albert Cuyp Market

Prossima tappa? Visita l’Albert Cuyp Market il mercato diurno più grande in Europa. Il mercato si trova nel quartiere De Pijp, situato a sud est del centro di Amsterdam. Per raggiungerlo ti consiglio di prendere il tram linea 3 dalla stazione di Hugo de Groot Plein.

Cosa trovi in questo celebre mercato? Praticamente di tutto. Ospita centinaia di stands che vendono cibi freschi, pietanze tradizionali, fast food, abbigliamento, fiori e tanto altro.

Visita imperdibile per chiunque si trovi ad Amsterdam. Tra l’altro se vuoi comprare souvenir a prezzi onesti è il luogo migliore in cui farlo!

Heineken Experience

Visita l'Heineken Experience

Dopo un giro nell’Albert Cuyp Market dirigiti verso la prossima tappa che si trova a breve distanza.

L’Heineken Experience è un museo interattivo dedicato al celebre marchio e ubicato nel primo storico stabilimento dell’Heineken.

L’esperienza ti porterà alla scoperta della storia del marchio, dei suoi metodi di produzione (potrai vedere esattamente come si produce la birra dall’inizio fino all’imbottigliamento), tutta una serie di esperienze interattive e infine l’area degustazione che include 2 o 5 birre in base al tipo di esperienza acquistata.

Infatti puoi comprare il biglietto normale (21€), oppure quello VIP (55€).

La differenza tra i due?

Quello VIP ti dà accesso ad aree riservate, a 5 degustazioni anziché 2, una visita guidata e dei gadget.

Quale scegliere? Personalmente ho fatto l’esperienza normale, che reputo sufficiente, ma ovviamente la scelta è tua (anche perché c’è una bella differenza di prezzo).

Vuoi saperne di più sulla Heineken Experience? Ho scritto una recensione e guida completa al riguardo, eccola: Heineken Experience: cosa vedere e recensione

  • Biglietti: l’ingresso costa 23€ a persona ed è acquistabile online su questo sito.
  • Orari: tutti i giorni dalle 10:30 alle 19:30, tranne il venerdì e il sabato in cui l’orario di chiusura è alle 21:00.
  • Ubicazione: Stadhouderskade 78, 1072 AE Amsterdam.

Serata a De Pijp

Cosa fare ad Amsterdam in 3 giorni?

Il quartiere De Pijp (dove ti trovi in questo momento) sta diventando sempre più una delle zone più interessante per quanto riguarda l’offerta di locali e pub in cui passare una serata.

Per questo motivo, per il nostro terzo giorno ad Amsterdam ti consiglio di restare in zona (a meno che tu non voglia fare festa, e allora è meglio tornare a Leidseplein).

Cosa fare la sera a De Pijp? Il quartiere è famoso per le sue birrerie, non a caso si tratta del quartiere in cui è nata la Heineken, quindi non poteva essere altrimenti.

Ecco un paio di birrerie che conosco e mi sento di consigliare:

  • Café Gollem: se cerchi la classica birrerie con tantissime birre sia in bottiglia che alla spina, questo è il posto in cui andare. Prezzi ottimi, personale gentilissimo, ambiente giovane e cool, e per le birre solo l’imbarazzo della scelta. Oltre alle birre il locale offre anche cibo (per lo più snacks e taglieri). In più potrai conoscere Amber, il gatto mascotte del locale. Posizione su Maps
  • Brouwerij Troost: da quello che so è l’unico microbirrificio della città. Ci sono i fermentatori a vista e gli interni del locale sono molto originali. Il locale autoproduce una decina di birre (puoi anche prendere il menu “degustazione” con 6 birre). Ma non solo, offre anche birre a la carte, e ottimi piatti tipici della cucina olandese. Posizione su Maps
  • Rayleigh & Ramsay Van Wou: se non ami la birra e preferisci dell’ottimo vino ti consiglio invece questo locale. Oltre al vino (bicchiere oppure bottiglia intera) il locale prepara dei piatti deliziosi in stile tapas. Posizione su Maps

Altri consigli per visitare Amsterdam in 3 giorni

Come muoversi ad Amsterdam

Come muoversi ad Amsterdam

Ho scritto un articolo molto approfondito al riguardo (lo trovi qui), qui ti faccio un breve riassunto di come muoverti per raggiungere le diverse aree di Amsterdam.

  • Centro: il centro storico di Amsterdam (quartiere a luci rosse e centro medievale) è facilmente raggiungibile tramite la metropolitana e i tram. Per la metro puoi utilizzare le linee 51, 52 e 54 che si fermano nella stazione centrale. Per la metro l’area è coperta dalle linee 1, 2, 5, 13 e 17.
  • Jordaan: se ti trovi in centro puoi raggiungere il quartiere tranquillamente a piedi. Ci vogliono appena 10 minuti di camminata. In caso contrario puoi arrivare con i tram, in particolari le linee 5, 13 e 17.
  • Museumplein: il quartiere dei Musei di Amsterdam è raggiungibile sia con la metro che grazie ai tram. Per la metro devi prendere la linea 52 (scendi a Vijzelgracht). Per i tram invece l’area è coperta dalle linee 2, 5, 12 e 17.
  • Amsterdam Noord: se vuoi raggiungere la parte nord della città (che ospita il celebre centro culturale NDSM) ti consiglio di prendere il traghetto gratuito che parte dal molo della stazione centrale.

Come risparmiare sui trasporti

Purtroppo i mezzi di trasporto ad Amsterdam sono MOLTO COSTOSI. Un biglietto ordinario per un viaggio singolo costa 3.20€! Se non alloggi in centro è facile usare i mezzi 5-6 volte al giorno. Fai tu i calcoli di quanto spendersti :).

Per questo motivo, specialmente se non alloggi in centro, ti consiglio di farti la GVB Card. In pratica un pass che ti permette di usare in maniera illimitata i mezzi di trasporto. Il costo dipende dalla durata del pass che varia da 1 a 7 giorni. Ad esempio il pass da 3 giorni costa appena 21€ (circa 7€ al giorno).

Dove farla? La GVB card è acquistabile online su questo sito (si attiva solo al primo utilizzo ad Amsterdam).

Qual è il periodo migliore per andare ad Amsterdam

Quando visitare Amsterdam per 3 giorni

Diciamo la risposta è che dipende dal tuo budget. Amsterdam infatti a livello di alloggi è decisamente cara.

Se hai budget il periodo migliore in cui visitare Amsterdam è la primavera (dove potrai ammirare la fioritura dei tulipani) oppure il periodo estivo, che è il più caro dell’anno.

Se invece non hai molto budget e vuoi spendere il meno possibile, allora ti consiglio di visitare la città in autunno inoltrato oppure in inverno (a parte dicembre). Ma tieni conto che pioviggina quasi ogni giorno, e che le temperature sono decisamente basse (in genere tra 10 e 0 gradi, con picchi in alcuni giorni che portano le temperature sotto lo 0).

Quando costano meno i voli per Amsterdam

I voli ad Amsterdam costano meno nei mesi invernali (gennaio e febbraio in particolare) e nel periodo tardo autunnale (in particolare il mese di novembre).


Vuoi consultare altri itinerari per visitare la capitale dei Paesi Bassi? Ecco i miei itinerari approfonditi:

Consigli rapidi per pianificare il tuo viaggio ad Amsterdam

Prima di lasciarti, ecco alcuni consigli che reputo fondamentali, per pianificare al meglio il tuo viaggio ad Amsterdam:

Quali sono le migliori zone per soggiornare ad Amsterdam?

La scelta dipende dalle tue esigenze e dal tuo budget.

  • Se è la prima volta ad Amsterdam– ti consiglio il centro oppure i quartieri intorno ad esso, che sono il Jordaan, Amsterdam Noord e il Quartieri dei Musei (Qui trovi alloggi in questa zona).
  • Se ti interessa la vita notturna – ti consiglio la zona intorno a Leidseplein oppure De Pijp (Trova alloggi in questa zona).
  • Se vuoi risparmiare – diciamo che Amsterdam è cara ovunque. L’unico modo che hai per risparmiare è prendere un ostello (Qui trovi i migliori della città)

I migliori consigli per risparmiare?

  • Trasporti: i mezzi di trasporto ad Amsterdam sono tutto fuorché economici. Per risparmiare se alloggi fuori dal centro, ti consiglio assolutamente la Amsterdam Travel Card della GVB. Ti permette di muoverti in maniera illimitata su tutti i mezzi. (Qui trovi la card per i trasporti).
  • Cibo: evita di mangiare fuori 2-3 volte al giorno, il mio consiglio è quello di limitare i pasti in ristoranti a una volta al giorno. Cosa fare? Fai la spesa nei supermercati, e portati il pranzo a sacco.
  • Musei: se hai intenzione di visitare pochi musei/attrazioni allora puoi tranquillamente comprare i biglietti singoli. In caso contrario, se vuoi visitare almeno 5-6 attrazioni, ti consiglio assolutamente la Amsterdam City Card. Ti permette di visitare GRATIS la stragrande maggioranza delle attrazioni e include trasporti illimitati sui mezzi pubblici (Qui trovi il pass per musei, attrazioni e trasporti).

Cosa portare assolutamente in un viaggio ad Amsterdam?

Oltre a un vestiario adeguato (specialmente se visiti la città in autunno/inverno) queste sono le cose da portare assolutamente:

  • Ombrello: ad Amsterdam piove spesso. MOLTO spesso. Per questo motivo, qualsiasi sia il periodo dell’anno in cui visiti la città, devi portare con te un ombrello. Preferibilmente uno pieghevole e poco ingombrante come questo.
  • Borraccia: ad Amsterdam l’acqua te la fanno pagare a peso d’oro. Per darti una idea in un ristorante una bottiglia costa da 5€ a 8€. Quindi è essenziale portare una borraccia (tipo questa). L’acqua del rubinetto è ottima e in giro per la città trovi tante fontanelle.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *