Cosa vedere ad Amsterdam in 2 giorni

Cosa vedere ad Amsterdam in 2 giorni o un weekend

Vuoi sapere cosa vedere ad Amsterdam in due giorni o un weekend?

In questo articolo, che ho scritto dopo aver visitato la città tante volte (sia per lavoro che per svago) ho deciso di creare un itinerario dettagliato in cui scoprirai:

  • 2 itinerari suddivisi per giorno (giorno 1 e giorno 2)
  • Cosa vedere in ogni attrazione.
  • Biglietti delle attrazioni, orari e ubicazione.
  • Consigli per risparmiare ad Amsterdam in 2 giorni.

Sei pronta/o a visitare Amsterdam in 2 giorni? Iniziamo!

Prima di iniziare…

LINK UTILI PER IL TUO VIAGGIO AD AMSTERDAM

Biglietti per le attrazioni più popolari

Migliori visite guidate

Dove alloggiare ad Amsterdam

Consigli di viaggio per visitare Amsterdam in 2 giorni

Come risparmiare ad Amsterdam

Cosa vedere ad Amsterdam in un weekend

Se provi a fare qualche ricerca per vedere i prezzi ad Amsterdam, ti rendi subito conto di quanto siano cari i trasporti e gli ingressi ai musei.

Hai provato?

Un singolo viaggio in tram costa più di 3€. E l’ingresso ad un museo costa mediamente intorno ai 20€. Molti musei costano fino a 25€.

Quindi la domanda che sorge spontanea è “come faccio a risparmiare?”.

La risposta è acquistare prima della partenza una Amsterdam Card.

Che cosa è di preciso?

Si tratta di pass turistico che ti permette di accedere GRATIS a tutte oltre 70 attrazioni (tra cui la maggior parte di quelli che trovi in questo itinerario).

In più con il pass hai anche accesso gratuito alla rete di trasporto pubblico, e sconti del 25% su moltissimi ristoranti e negozi.

La I Amsterdam City Card si acquista online e una volta in loco la si attiva al primo utilizzo. Esistono diverse versione, suddivisi per durata, da 24 a 120 ore. Per 2 giorni, la scelta ricade ovviamente sulla versione da 48 ore.

Qui trovi il principale rivenditore ufficiale della Amsterdam Card.

Come arrivare dall’aeroporto Schiphol al centro di Amsterdam

Come arrivare dall’aeroporto Schiphol al centro di Amsterdam

Per raggiungere il centro di Amsterdam dall’aeroporto internazionale Schiphol puoi prendere il treno che si trova nel terminal degli arrivi. I treni sono disponibili 24 ore su 24. Partono ogni 15 minuti e costano circa 5€.

Un secondo modo è quello di prendere i modernissimi shuttle Amsterdam Airport Express. Sono dotati di prese per caricare il telefono, wifi gratuita e persino di una mappa interattiva che ti permette di vedere esattamente dove sei, e dove si trova la prossima fermata. Qui trovi i biglietti per l’Amsterdam Airport Express.

Itinerario per visitare Amsterdam in 2 giorni

Amsterdam in due giorni: cosa fare il primo giorno

Il primo giorno è dedicato ai quartieri centrali di Amsterdam e in particolare il centro medievale e il quartiere a luci rosse.

Le attrazioni che scoprirai oggi sono:

  • Piazza Dam
  • Begijnhof
  • Il mercato dei fiori
  • Amsterdams Historisch Museum
  • Oude Kerk
  • Il quartiere a Luci Rosse di Amsterdam

Scopriamoli nel dettaglio!

Inizia da Piazza Dam

Piazza Dam, da vedere in 2 giorni ad Amsterdam

Il nostro itinerario inizia in Piazza Dam, il cuore pulsante della città.

La storia di questa piazza inizia nel XIII secolo, quando fu costruita una diga sul fiume Amstel. Il nome Amsterdam deriva da questa diga, Amsterdamse Dam. La piazza nacque in quel periodo e all’inizio non era altro che una diga (Dam vuol dire proprio questo).

Come oggi, anche in passato la piazza era un luogo sempre in fermento e pieno di persone. Infatti per molti secoli la piazza ospitò un grande mercato del pesce, ed era luogo di carico e scarico delle merci provenienti da tutto il mondo.

Cosa vedere a Piazza Dam?

  • Al centro della piazza si trova il Monumento Nazionale, un pilastro alto 22 metri eretto in memoria di coloro che hanno perso la vita durante la Seconda Guerra Mondiale . Ai lati del monumento si trovano due rilievi che rappresentano la sofferenza di Amsterdam durante la guerra.
  • Di fronte al Monumento Nazionale si trova la statua di un uomo a cavallo. Si tratta di Guglielmo I d’Orange-Nassau, noto anche come Guglielmo il Silenzioso. Fu uno dei personaggi storici più importanti di Amsterdam.
  • Poi abbiamo il Palazzo Reale, che in passato era il municipio di Amsterdam, costruito nel 1655. Oggi è il palazzo più importante e sfarzoso della città. Il palazzo viene utilizzato ancora per le visite reali e i ricevimenti di stato.

Begijnhof, il cortile da vedere in due giorni ad Amsterdam

Begijnhof, il famoso Cortile delle Beghine

Dopo piazza Dam fai una breve passeggiata fino al Begijnhof, uno dei cortili più graziosi di Amsterdam.

Il Cortile delle Beghine è un’oasi di pace e tranquillità, nascosta nel vivace centro storico della città.

Il Begijnhof venne fondato nel XIV secolo come luogo in cui vivevano le beghine, donne che dedicavano la loro vita alla religione e ad aiutare il prossimo senza però prendere i voti.

Cosa vedere al Begijnhof?

Al centro del cortile si trova una bellissima chiesa gotica, la Begijnhof Kerk. È una delle chiese più antiche di Amsterdam e viene ancora utilizzata per le funzioni religiose.

C’è anche un piccolo museo sulla storia delle beghine, che merita sicuramente una visita.

La visita al Cortile delle Beghine è completamente gratuita. Posizione esatta su Maps

Curiosità: Lo sapevi che tutt'oggi il cortile è abitato da donne sole? Tuttavia non sono beghine, e mi raccomando, non vanno disturbate o fotografate!

Bloemenmarkt

Bloemenmarkt, da vedere ad Amsterdam in due giorni

La nostra prossima tappa si trova a pochi minuti dal Cortile delle Beghine, ed è il famoso mercato dei fiori di Amsterdam, conosciuto come Bloemenmarkt.

Questo è l’unico mercato dei fiori galleggiante al mondo. Il mercato è in funzione dal 1862 e vende un’ampia varietà di fiori, piante e bulbi.

Cosa vedere al mercato dei fiori?

Lo spettacolo più impressionante è il mare di tulipani che ricopre l’intera area del mercato. Puoi anche acquistare un’ampia varietà di fiori, piante e bulbi da portare a casa.

Se sei interessato alla storia della famosa industria floreale di Amsterdam, assicurati di visitare il Museo dei Tulipani, che si trova nel quartiere Jordaan.

Posizione su Google Maps

Amsterdam Historisch Museum

Cosa vedere a Amsterdam in 2 giorni?

La nostra prossima è il museo dedicato alla storia di Amsterdam.

L’Amsterdam Historisch Museum è uno dei più antichi musei di storia dei Paesi Bassi. Il museo si trova in un bellissimo edificio del XVII secolo, che in passato fu l’orfanotrofio cittadino.

Cosa vedere all’Amsterdam Historisch Museum?

Il museo si sviluppa su quattro piani, ognuno con un tema diverso.

  • Al primo piano troverai una collezione di dipinti, mobili e altri oggetti che ti permetteranno di conoscere meglio il Secolo d’Oro di Amsterdam. Ho apprezzato particolarmente le sale dedicate ad artisti olandesi come Rembrandt, Vermeer e Frans Hals.
  • Il terzo piano è dedicato ad Amsterdam nel XIX secolo. Questo fu un periodo di grandi cambiamenti per Amsterdam, che divenne un importante centro industriale.
  • Il quarto piano è dedicato ad Amsterdam nel XX secolo. Si tratta di un piano molto interessante, in quanto tratta argomenti come l’occupazione nazista di Amsterdam durante la Seconda Guerra Mondiale.

Detto questo vediamo esattamente costi e orari del Museo di Amsterdam:

Oude Kerk

Oude Kerk, in un itinerario di due giorni ad Amsterdam

A questo punto puoi tornare indietro e cenare o mangiare un boccone in uno dei tantissimi ristoranti presenti nella via che porta a Piazza Dam.

Dopo di che dirigiti verso il quartiere a Luci Rosse di Amsterdam.

La nostra prossima tappa è la bellissima Oude Kerk , la chiesa più antica di Amsterdam. La chiesa fu costruita nel XIII secolo e si trova nel cuore del quartiere a luci rosse.

Cosa vedere alla Oude Kerk?

L’interno della chiesa è molto semplice, con un soffitto in legno e pareti bianche. Tuttavia, le vetrate sono bellissime. Puoi tranquillamente fare una foto della parte esterna oppure se hai preso la I Amsterdam City Card dare un veloce sguardo agli interni.

Posizione su Maps

Il quartiere a Luci Rosse di Amsterdam

Quartiere a luci rosse ad Amsterdam

Cosa vedere in 2 giorni ad Amsterdam?

Il quartiere a luci rosse o Red Light District di Amsterdam è di sicuro il più famoso al mondo del suo genere.

Il quartiere tra l’altro è antichissimo, nasce dopo l’arrivo dei protestanti in Olanda, come luogo in cui i tanti marinai e navigatori potevano “divertirsi” e intrattenersi durante la loro permanenza in città.

Oggi il quartiere è famoso per le sue vetrine, illuminate di rosso e popolate dalle sex workers che si esibiscono per accaparrarsi clienti.

Cosa vedere nel quartiere a luci rosse di Amsterdam?

  • Le vetrine, tutti possono passare davanti alle vetrine anche “senza consumare”. Anzi noterai che la zona è piena di coppie e famiglie che la visitano incuriositi dalle vetrine.
  • Il museo della prostituzione: avviato da una delle prostitute più famose di Amsterdam, nel cuore del Red Light District troviamo un museo dedicato al lavoro più antico del mondo. Qui trovi i biglietti per il museo.
  • Visita un sexy shop: se siete in coppia o anche degli amici, potresti fare un giro e farti qualche risata in uno dei tanti sexy shop del quartiere a luci rosse.

Amsterdam in due giorni: cosa fare il secondo giorno

L’itinerario di oggi ci porterà alla scoperta di due tra i quartieri più importanti della città.

Il quartiere Jordaan, uno dei più pittoreschi di Amsterdam, quartiere in cui in passato ha vissuto la piccola Anne Frank.

E poi il quartiere dei musei, che ospita alcuni tra i musei più importanti al mondo.

Ecco cosa vedremo oggi:

  • Casa di Anne Frank
  • Il Quartiere Jordaan
  • Rijksmuseum
  • Van Gogh Museum
  • Un giro a Vondelpark
  • Serata Leidseplein

Casa di Anne Frank

Casa di Anne Frank

Cosa vedere ad Amsterdam in 2 giorni?

La nostra prima tappa del secondo giorno è la Casa di Anna Frank, situata nel quartiere Jordaan di Amsterdam.

La casa è il luogo in cui Anna Frank e la sua famiglia si nascosero dai nazisti durante la Seconda Guerra Mondiale, e per ben due anni tra il 1942 e il 1944 riuscirono a passare inosservati.

Purtroppo alla fine le SS riuscirono a scoprire il nascondiglio. Tutta la famiglia Frank verrà deportata, moriranno tutti, tranne il padre, che dopo la fine della guerra aprì il museo dedicato a sua figlia e fece pubblicare il famoso Diario di Anna Frank.

Cosa vedere alla Casa di Anna Frank?

La casa è stata trasformata in un museo e puoi visitare le stanze in cui vissero Anne e la sua famiglia. Oltre alla libreria che nascondeva il passaggio segreto.

Sulle pareti puoi vedere estratti del Diario, oltre a fotografie e oggetti dell’epoca. È un luogo molto emozionante e per la visita ti consiglio di prenotare il biglietto in anticipo per evitare di non trovare posto.

Quartiere Jordaan

Quartiere Jordaan ad Amsterdam in due giorni

Dopo aver visitato la Casa di Anna Frank, cammina fino al vicino quartiere Jordaan, il più pittoresco di Amsterdam. Questo quartiere è pieno di strade strette, canali e bellissime case in stile Amsterdam. È un luogo ideale per passeggiare ed esplorare la città a piedi.

Cosa vedere nel quartiere Jordaan?

Tra le attrazioni del Jordaan ci sono la chiesa Noorderkerk, la Casa di Anna Frank e la chiesa Westerkerk. Il museo dedicato ai tulipani e quello dedicato ai formaggi.

Rijksmuseum

Dopo un paio di ore nel quartiere Jordaan, dirigiti verso Museumplein, il quartiere dei musei. Puoi raggiungere la zona grazie al tram 5 che passa dalla stazione di Bloemgracht e arriva fino a Concertgebouw.

Rijksmuseum

La nostra prossima tappa è il Rijksmuseum il museo più importante di Amsterdam. Il Rijksmuseum ospita molti dei maestri olandesi, tra cui Rembrandt, Vermeer e Hals. Ed è considerato uno dei 10 musei più importanti al mondo.

Cosa vedere al Rijksmuseum?

Il Rijksmuseum è enorme se hai poco tempo a disposizione ad Amsterdam, ti consiglio di visitare il tour dei punti salienti, che ti porterà a vedere i dipinti più importanti del museo.

Il tour dura circa due ore ed è un modo eccellente per avere una panoramica dell’arte olandese e dei grandi maestri che l’hanno caratterizzata.

Museo Van Gogh

Museo Van Gogh

Dopo aver visitato il Rijksmuseum, vai a piedi fino a il vicino Museo Van Gogh. Questo museo è interamente dedicato alle opere di Vincent van Gogh, uno dei più importanti pittori della storia.

Cosa vedere al Museo Van Gogh?

Il museo ospita una collezione di oltre 200 dipinti e 500 disegni di Van Gogh esposti in un edificio di 4 piani. Le opere sono suddivise cronologicamente in modo che tu possa seguire l’evoluzione dello stile dell’artista. Tuttavia ci sono diversi percorsi che puoi decidere di seguire.

Ti consiglio assolutamente di prendere l’audioguida, utile a conoscere la storia del pittore e delle sue opere. Il museo dispone anche di un negozio e di una caffetteria.

La visita richiede circa 2 ore.

  • Biglietti: il biglietto per il museo costa 21€ ed è acquistabili online presso questo rivenditore ufficiale. L’accesso al museo è invece gratuito per i possessori della I Amsterdam City Card che puoi acquistare cliccando qui.
  • Orari: tutti i giorni dalle 9:00 alle 18:00.
  • Dove si trova: Museumplein 6. Posizione su Maps

Rilassati a Vondelpark

Vondelpark, in un itinerario di 2 giorni ad Amsterdam

Dopo aver visitato i musei, fai una pausa e rilassati nel parco più grande di Amsterdam, Vondelpark.

Il parco è molto popolare sia tra gli abitanti che tra i turisti ed è un luogo ideale per una pausa rilassante o anche per bere un caffè o una birra in uno dei chioschi in esso presenti.

Posizione su Maps

Serata a Leidseplein

Leidseplein, per passare un weekend ad Amsterdam

Cosa vedere ad Amsterdam in un weekend?

Per concludere il weekend o la serata ti consiglio assolutamente di andare a Leidseplein. È l’equivalente di Amsterdam di Times Square ed è piena di bar, club e ristoranti.

Per mangiare se anche tu ami la cucina asiatica ti consiglio il ristorante Umaimon, situato in Korte Leidsedwarsstraat 51. Mai mangiato ramen così buono!

Per passare la serata ti consiglio di fare un po’ di bar crawling, e bere in più locali. Come fanno gli olandesi. Spesso trovi musica dal vivo o dj set nei piccoli pub che costellano le stradine intorno a Leidseplein.

Posizione su Maps

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *